La chirurgia estetica si conferma settore in continua ascesa: numeri in crescita anche in Sicilia che sembrava più restia a questo genere di interventi

La chirurgia estetica si conferma settore in continua ascesa, e se prima il ritocchino andava per la maggiore nelle regioni nordiche, adesso inizia ad essere sdoganato anche al sud Italia. Numeri in crescita anche in Sicilia che sembrava fino a qualche anno fa più restia a questo genere di interventi.

Trattamenti di chirurgia estetica in Sicilia

Lo conferma un sondaggio che abbiamo condotto in Sicilia Orientale. La ricerca registra un incremento del 15 % rispetto all’anno 2016/17: gli uomini e le donne (637 il numero degli intervistati) si rivolge allo specialista per liberarsi del grasso in eccesso e per arrestare l’insopportabile avanzata dei segni dell’invecchiamento.

Ma quali sono i ritocchini che vanno per la maggiore?

Dallo studio risulta che fra gli uomini il 25,3% si rivolge allo specialista per interventi di dimagrimento (liposuzione) mentre il 21,2% stanco di faticare in palestra sceglie di risolvere tutto con l’addominoplastica. Il 18,00 % invece sogna di ridefinire il proprio profilo greco con un naso più elegante. Anche per le donne quelli per il dimagrimento rimangono i trattamenti di punta: liposuzione e criolipolisi in testa (32,1%) seguiti dalla mastoplastica per un seno più prosperoso (il 14,03%). Al terzo posto della classifica ci sono botox e filler per il riempimento di rughe e labbra (8,6%).

All’estero gli interventi di chirurgia plastica ed estetica sono ormai liberi da ogni pregiudizio. Anche in Sicilia si assiste ad un cambiamento: sempre più uomini e donne si liberano dal tabù del ritocco, e si sentono liberi di fare una scelta estetica intervenendo sul proprio corpo. Superficialmente si può credere che il fine sia avere un corpo perfetto, ma da specialista sostengo che il fine sia quello di aumentare la propria autostima e migliorare il rapporto con sé stessi e con gli altri”.

Laura Cavarra

 

Post Correlati

Leave a comment