Lo Studio Medico della Dottoressa Cavarra aderisce al protocollo di sicurezza  

Dermamelan: ringiovanisce la pelle eliminando le macchie

Le iperpigmentazioni sul viso, che compaiono dopo una gravidanza, l’utilizzo di alcuni farmaci o anche dopo l’esposizione al sole, sono tra gli inestetismi più comuni ma anche più difficili da trattare. Soprattutto nel caso di cloasma e melasma il Dermamelan risulta essere un trattamento particolarmente efficace e risolutivo – a volte più del laser – che ringiovanisce la pelle e riduce visibilmente le macchie cutanee.

Non causa fotosensibilità quindi, ha il vantaggio, di poter essere effettuato tutto l’anno.

Come funziona il Dermamelan?

Questo trattamento depigmentante agisce all’origine della causa delle antiestetiche macchie della pelle: il melanosoma.

Dermamelan non solo inibisce il processo di melanogenersi – in altre parole blocca la produzione di melanina – per un lungo periodo, ma stimola l’esfoliazione della pelle favorendo così l’azione delle cellule macrofagiche e la rimozione dei depositi di melanina.

Quali tipologie di macchie della pelle possono essere trattate con Dermamelan?

L’azione depigmentante è efficace su tutti i tipi di macchie della pelle di origine melanica, soprattutto nel caso di macchie epidermiche localizzate. Possono, quindi, essere trattate tutte le varie tipologie di macchie indipendentemente dalla loro origine, in particolare:

  • iperpigmentazioni,
  • melasma e cloasma,
  • lentigo solari,
  • lentigo senili,
  • iperpigmentazione post-infiammatoria,
  • iperpigmentazione post-peeling,
  • iperpigmentazione post-trattamento laser,
  • Acne attiva.

Il trattamento ha una buona tolleranza ed è adatto a tutti i fototipi.

Quali sono le fasi del trattamento Dermamelan?

Si svolge in due fasi: la prima in ambulatorio e la seconda, invece, a domicilio.

È fondamentale effettuare un check-up cutaneo per valutare la dislocazione e la profondità delle macchie oltre lo stato di idratazione, sebo e pH della pelle. Questa valutazione preliminare consente di impostare un corretto protocollo di terapia.

Nella prima fase – quella ambulatoriale – si prepara la pelle del viso con una soluzione sgrassante e in seguito si applica il preparato di Dermamelan. La crema, di color senape, dovrà rimanere in posa circa 5 ore. È chiaro che i tempi possono variare in funzione del tipo di pelle e della profondità delle macchie. La maschera andrà, poi, rimossa semplicemente con dell’acqua tiepida.

Subito dopo il trattamento ambulatoriale – solitamente – non si nota nulla.
Dal giorno seguente la pelle apparirà arrossata. Questo eritema può presentarsi in diverse gradazioni, da lieve fino a molto intenso, in funzione della risposta dermica, ma regredisce in tempi brevi (2/3 giorni). Nelle giornate immediatamente successive al trattamento ambulatoriale – prima di iniziare con l’applicazione della crema Dermamelan – è bene applicare un buon idratante e una crema con fattore di protezione molto alto.

La terapia domiciliare con Dermamelan inizia 3- 4 giorni dopo l’applicazione della maschera in ambulatorio, a volte anche dopo un periodo più lungo a seconda del livello di esfoliazione forforacea e di rossore del paziente. In ogni caso si tratta di tempi indicativi, variabili in relazione al tipo di pelle.

La terapia domiciliare va protratta da tre a sei mesi, trascorsi i quali, se la paziente vuole continuare con il suo utilizzo, può farlo. Non ci sono limiti temporali. È un trattamento modulabile, che può essere personalizzato a seconda delle caratteristiche della pelle di ogni paziente. È comunque necessario un monitoraggio continuo – se pur telefonico – con la paziente, in modo da valutarne il decorso.

Hai domande su questo trattamento? Contatta la Dottoressa Cavarra.

Dottoressa Laura Cavarra, Chirurgo Plastico a Catania

Leave a comment